21 giugno – Giornata internazionale dello Yoga

Pubblicato il Pubblicato in Yoga

21 giugno giornata mondiale dello yoga

L’assemblea generale dell’Onu ha deciso di proclamare il 21 giugno Giornata internazionale dello Yoga, accogliendo una richiesta presentata in settembre 2014 dal primo ministro indiano Narendra Modi. Secondo Modi, lo yoga può contribuire ad affrontare i problemi del mondo, tra cui anche il cambiamento climatico.

«Non è solo una ginnastica, ma è un cambiamento dello stile di vita» aveva detto nell’esordio al Palazzo di Vetro di New York. Il suo appello per una “Giornata internazionale dello Yoga” è stato accolto da 177 Paesi che hanno appoggiato una risoluzione per celebrare questa ricorrenza il 21 giugno. Il numero più elevato di consensi mai raggiunto per una risoluzione dell’Assemblea Generale dell’Onu. Nella risoluzione si riconosce che «lo yoga dà un approccio olistico alla salute e al benessere».

 

Lo Yoga, una celebrazione quotidiana

Dei benefici che derivano da una corretta pratica dello yoga abbiamo sicuramente sentito parlare. Personalmente lo pratico da quando ero bambina e sono arrivata ad insegnarlo e a formare anche nuovi insegnanti.

Penso, però, che a riguardo ci sia ancora parecchia disinformazione, dovuta con molta probabilità all’influsso di contaminazioni new age che a partire dagli anni ’70 hanno snaturato la natura stessa dello yoga proponendo improbabili percorsi fatti di luci ed… energie varie.

Lo yoga è un’esperienza pratica, che si vive “qui e ora”, niente a che vedere con visualizzazioni fantasiose.

Lo yoga rafforza il contatto con la realtà.

Lo yoga è semplice, concreto, sviluppa l’attenzione, quell’attenzione necessaria che consente di conoscersi e cogliere in se stessi stati sottili di percezione. Grazie alla pratica emerge la parte più autentica di noi, la nostra reale natura interiore.

Scopri come diventare anche tu Insegnante di Yoga a Verona.

 

Qui di seguito vi propongo una semplice pratica di purificazione. Un semplicissimo esercizio che va iniziato il giorno di solstizio d’estate e praticato tutti i giorni per i sei giorni successivi.

 

ANADAUTHI PRANAYAMA: Purificazione cellulare

Inizio della pratica: il 1° giorno di solstizio (estate – inverno) ed equinozio (primavera – autunno)

Durata della pratica: 6 giorni

Esecuzione:

  • Inspirare da entrambe le narici ed espirare in più ripetizioni da entrambe le narici x 6 volte
  • Inspirare da entrambe le narici ed espirare in più ripetizioni solo dalla narice destra x 6 volte
  • Inspirare da entrambe le narici ed espirare in più ripetizioni solo dalla narice sinistra x 6 volte
  • Ripetere l’intera sequenza per 6 giorni aumentando ogni giorno di una volta in più rispetto al giorno precedente. Ex . 1° giorno 1 volta, 2° giorno 2 volta…

Praticare a digiuno e in luogo calmo.

Prova anche la purificazione attraverso il respiro con Kapalabhati.

Namastè!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *