Cura del limone: ricetta per la purificazione

Pubblicato il Pubblicato in Benessere, Stagioni: Autunno, Stagioni: Primavera

cura del limone

I mesi più freddi stanno arrivando, è il momento giusto per la cura del limone: una disintossicazione naturale per fare in modo che l’autunno non ci colga impreparati. La cura del limone previene molte malattie e non ha controindicazioni.

 

La ricerca e gli studi sul limone

Importanti ricercatori come Kemplerer, Trambusti, Desplatz, Labbé, e Lustig Pende dell’Università degli Studi di Roma hanno condotto studi approfonditi sul potere curativo del limone. Una delle autorità mondiali in endocrinologia afferma che il limone risulta efficace nel trattamento dell’artrite, della gotta, dei reumatismi e dell’invecchiamento.

Nel 1918, a Rio de Janeiro, durante l’epidemia di influenza spagnola che ha ucciso oltre 20 milioni di persone in tutto il mondo, il limone è stato riconosciuto molto utile per aiutare a curare la terribile malattia.

Oggi, numerosi studi dimostrano come l’acido citrico contenuto nel limone svolga un ruolo importante nel metabolismo degli organismi. Esso ossigena il sangue, alcalinizza in modo da contrastare i radicali liberi (che sono acidi nocivi che si accumulano nel sangue, impregnando gli organi e tessuti e dando origine alla malattia).

 

Il limone per riequilibrare il pH

L’acidità di cui parliamo è prodotta dal corpo, si tratta di “sporcizia” che si autogenera a causa di pensieri fuorvianti, emozioni irrisolte, dieta sbagliata, ecc.

Acidificare significa anche aumentare la temperatura di sangue e organi e questo può compromettere seriamente le prestazioni della energia vitale, la nostra forza che stimola le difese dell’organismo. L’acidità del sangue è il grande nemico della salute e se è presente dobbiamo invertire la situazione, cioè alcalinizzare; questo eviterà molti disturbi e malattie degenerative.

Il limone aiuta distruggere le sostanze morbose: in qualità di disinfettante, dissolve le impurità e promuove la pulizia del sangue, equilibrandone il PH. Così facendo i virus, i microbi e i batteri non sono più installati perché non c’è una temperatura o un “ambiente” adatto per loro.

 

Gli innumerevoli benefici del limone

Il limone, frutto versatile e panacea universale, può essere utilizzato in diversi modi: succhi di frutta, tè, prodotti di bellezza, pulizia della casa e molto altro.

La concentrazione di acido ascorbico contenuto nel limone è molto grande e questo è un componente attivo di vitamina C (79mg/100ml). Qui troviamo altre sostanze come ferro, magnesio, sodio, zolfo, silicio, pectina, fosforo, iodio (che andranno a formare un perfetto equilibrio ghiandolare e biologico), manganese, sodio, potassio, acqua, soluzione salina, calcio e vitamine A, B1 (tiamina), B2 (riboflavina), B5 (niacina), K e P.

Contiene inoltre acido citrico e non corrode lo stomaco come molti pensano: al contrario, distrugge l’eccesso di acido nello stomaco.

Il limone è un antisettico naturale, perché uccide i germi e i microbi, guarisce le ferite, regola la pressione sanguigna e le mestruazioni. Cura il mal di gola, la diarrea, è ottimo per lo shock, calma il sistema nervoso, può curare la peritonite, l’orticaria, la scabbia, la difterite, i gas intestinali, combatte la sete e la mancanza di secrezione delle ghiandole salivari e dello stomaco. È utilizzato anche per il raffreddore in generale.

 

cura del limone

Cura del limone: ecco come fare

Comincia la giornata con un bicchiere di acqua tiepida, in cui spremerai del limone e bevi a stomaco vuoto. Questo aiuterà il metabolismo a svegliarsi e lo aiuterà a disintossicarsi.

La prassi della cura del limone consiste in questo: il primo giorno si usa il succo di un limone, il secondo giorno due limoni, e così via fino ad arrivare a dieci limoni nel decimo giorno. Poi a ritroso: dall’undicesimo giorno iniziamo a diminuire di un limone al giorno fino ad arrivare ad un limone il diciannovesimo giorno.

Durante il processo si consiglia di mangiare frutta e verdura a sufficienza in quanto contiene grandi quantità di fibre di cellulosa e aiuterà il buon funzionamento dell’intestino e di tutti gli organi emuntori. Le fibre stimolano la peristalsi quindi contrastano la stitichezza.

L’effetto, sia per la perdita di peso che per la disintossicazione, può essere più veloce se iniziate in con la luna nuova.

Usa il succo di limone/i in una tazza di acqua tiepida (non calda!) la mattina a digiuno per 20 giorni, come segue:

1° giorno usa il succo di 1 limone

2° giorno usa il succo di 2 limoni

3° giorno usa il succo di 3 limoni

4° giorno usa il succo di 4 limoni

5° giorno usa il succo di 5 limoni

6° giorno usa il succo di 6 limoni

7° giorno usa il succo di 7 limoni

8° giorno usa il succo di 8 limoni

9° giorno usa il succo di 9 limoni

10° giorno usa il succo di 10 limoni

11° giorno usa il succo di 9 limoni

12° giorno usa il succo di 8 limoni

13° giorno usa il succo di 7 limoni

14° giorno usa il succo di 6 limoni

15° giorno usa il succo di 5 limoni

16° giorno usa il succo di 4 limoni

17° giorno usa il succo di 3 limoni

18° giorno usa  il succo di 2 limoni

19° giorno usa il succo di 1 limone

Quattro mesi dopo aver fatto la disintossicazione è necessario ripetere il trattamento.

 

Buona purificazione a tutti.
Namastè!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *