Wine therapy: il vino ti fa bella!

Pubblicato il Pubblicato in Bellezza, Stagioni: Autunno

Abbiamo voluto unire il concetto di benessere alla cultura del vino e proporti un trattamento facile con un prodotto del nostro territorio: il vino rosso Valpolicella.

Sei una wine lover? Allora saprai che in ogni angolo del mondo il nome Valpolicella è sinonimo di “vino“, uno dei migliori.

Per chi vive in questa zona stupenda del veronese, l’autunno è il momento della raccolta: un periodo ricco dei profumi e dei colori della vendemmia. Con questo articolo ho voluto rendere omaggio alla mia cultura e alla mia gente; sì perché nella filosofia del centro benessere Hamsa il legame con il territorio riveste una certa importanza.

Benefici della wine therapy

Con il termine “wine therapy” (vinoterapia) s’intende il complesso di terapie basate sull’impiego di derivati della vite, quali l’uva, foglie e vino. Questa terapia venne riscoperta in Francia, nei pressi di Bordeaux e il crescente interesse per la cultura del vino ha portato a rivalutare l’impiego delle sue proprietà anche in altri ambiti non legati al senso del gusto.

Grazie alle moderne tecnologie biochimiche, si conosce ogni singolo beneficio della pianta e del suo frutto. Tant’è vero che la vite, insieme all’uva, viene impiegata nella cura degli inestetismi della pelle, il miglioramento della microcircolazione sanguigna, la lotta al colesterolo, la depurazione epatica e intestinale, per contrastare l’invecchiamento della pelle… tanto altro ancora.

I semi dell’uva sono ricchi di calcio, fosforo, polifenoli e flavonoidi, svolgendo un’azione idratante, levigante e antiossidante. Attualmente sono numerose le SPA che propongono trattamenti viso e corpo con risultati di altissima qualità.

Se non hai la possibilità di regalarti qualche ora di wine terapy in istituto, puoi provare questo semplice trattamento corpo fai-da-te che ti aiuterà a riattivare il metabolismo della pelle.

wine-therapy

Ricetta scrub gambe al vino rosso

Ingredienti:

vino rosso Valpolicella 3 cucchiai
miele biologico 1 cucchiaio
zucchero di canna 3 cucchiai
olio essenziale di limone 6 gocce

Preparazione:

Versa tutti gli ingredienti in una ciotola e mescola fino ad ottenere un composto omogeneo. Applica l’impacco sulle gambe umide massaggiando dal basso verso l’alto per dieci minuti a gamba. Risciacqua bene alternando acqua calda e acqua fredda. Applica su entrambe le gambe dell’olio di mandorle (o una crema idratante) con dolci sfioramenti. In questo tipo di scrub la presenza dell’acido tartarico nel vino e dell’acido glicolico nello zucchero hanno un effetto levigante che contribuisce all’eliminazione delle cellule morte e al risveglio della pelle.

“Il vino, specialmente in Italia, è la poesia della terra.”
Mario Soldati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *