Pancia piatta con l’automassaggio

Pubblicato il Pubblicato in Bellezza, Benessere, Stagioni: Primavera

“La salute è il primo dovere della vita.”
Oscar Wilde

 

Il massaggio è il più antico metodo con il quale l’uomo ha imparato a mitigare la propria sofferenza e quella altrui. Il termine arriva dall’ebraico “massech” (cioè frizione, pressione) oppure dal greco “masso” (che indica impastamento, pratica manuale).

L’addome rappresenta sicuramente una delle parti più delicate dell’organismo e inoltre è il punto in cui vengono somatizzate tutte le nostre emozioni. Alimentazione scorretta, ansia e stress possono essere cause di gonfiori e fastidiosi crampi.

È però possibile trovare dei rimedi, uno dei quali è l’automassaggio che permette di sgonfiare e mantenere l’addome piatto. Inoltre l’atto dell’automassaggio permette di prendere più confidenza con il nostro corpo e di rielaborare un corretto rapporto con noi stessi.

Prova anche l’automassaggio del viso per la prevenzione delle rughe.

 

 Automassaggio dell’addome

pancia piatta automassaggio

 Come si pratica

  1. Stenditi su un materassino o sul letto in un ambiente rilassante, quindi appoggia una mano sullo stomaco e una sull’addome. Inizia a respirare cercando di equilibrare il tempo di inspirazione con quello di espirazione: inspirando gonfia lentamente l’addome ed espirando lascia che si svuoti pian piano. Questo passaggio iniziale è fondamentale per allentare stati di ansia e stress.
  2. Prendi dell’olio da massaggio (olio di mandorle o d’oliva, ma va bene anche una crema idratante fluida), arricchito con qualche goccia di olio essenziale di camomilla romana (proprietà antispastiche) ed effettua con una mano alcuni sfioramenti circolari intorno all’ombelico
  3. poi esercita con la punta delle dita una prima pressione nella parte alta dell’addome, procedi premendo, durante l’espirazione, quest’area per 3 volte; sposta le dita a destra e poi a sinistra, sempre esercitando una certa pressione
  4. scendi con le dita e poi con tutta la mano verso i fianchi e premi più volte l’area sotto l’osso dell’anca sinistra, poi della destra
  5. esegui delle pressioni appena sotto la gabbia toracica prima da un lato e poi dall’altro, quindi termina nella parte centrale (nella zona che viene comunemente chiamata ‘bocca’ dello stomaco).
  6. ripeti l’intera sequenza disegnando dei cerchi, inizialmente più grandi e poi sempre più piccoli: prima 7 volte in senso orario e poi 7 volte in senso antiorario.

Durata: l’intero massaggio deve durare almeno 20 minuti.

Quando praticarlo: può essere eseguito anche tutti i giorni o semplicemente al bisogno.

Importante: è fondamentale eseguire l’automassaggio a stomaco vuoto.

Un consiglio in più: ottima l’abitudine di eseguirlo la mattina dopo aver bevuto un bicchiere d’acqua tiepida con il succo di mezzo limone.

Leggi anche Drenare e sgonfiare naturalmente con il prezzemolo.

Namastè!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *